Home Page | Articoli | Cataloghi | Video | Galleria | News | Links | Gruppo FB | Scala 1:24 | Scala 1:32 | Scala 1:43 | Scala 1:66 | Gradi di rarità | Contatto

1968 Policar-Polistil Scala 1:32 Serie A



1963 Serie P
Modelli e quotazioni
Colori e piloti
Telai e motori F1
Telai e motori GT
Gomme e assali F1
Gomme e assali GT
Adesivi e scatoli F1
Adesivi e scatoli GT

Poly (Spagna)
Note varie

1968 Serie A
Modelli e quotazioni
Colori e piloti
Telai e motori
Gomme e assali
Adesivi e scatoli

1972 Serie A Dune Buggy
Modelli e quotazioni
Caratteristiche Dune Buggy

1972 Serie A Rally
Modelli e quotazioni
Caratteristiche Rally

Serie P48
Caratteristiche Serie P48

1973 Serie A Evolution
Modelli e quotazioni
Colori e piloti
Telai e motori CanAm
Gomme e assali CanAm
Tecnica Formula 1
Adesivi e scatoli

1978 Serie A Champion 175
Modelli e quotazioni HP
Modelli e quotazioni SHP
Tecnica HP
Tecnica SHP

F1 Professional
Modelli e quotazioni

Sebino Polistili
Modelli e quotazioni

Policar Proslot
Modelli e quotazioni

Policar APS GmbH
Modelli e quotazioni

Telai, Motori & Contatti striscianti

Telai



Policar, all'epoca, scelse la strada di produrre i suoi "prototipi", tutti con identico telaio.
I vantaggi industriali e produttivi di questa scelta sono evidenti.
Costruttivamente un prototipo Policar è molto spartano, essendo composto essenzialmente dall'insieme telaio-carrozzeria senza arredo interno e senza pilotino (esluse le barchette).
Scelta del resto condivisa da molti produttori negli anni sessanta e settanta.
Il telaio Policar si compone principalmente di due componenti: il telaio vero e proprio che ospita motore e pick up ed il fermo posteriore che ha il compito di bloccare il motore e l'assale nelle loro sedi.
Telaio, fermo e pick-up sono presenti in numerose varianti di colore.
Nel corso degli anni e delle diverse produzioni Policar-Polistil ha realizzato sei telai sostanzialmente identici ma con alcuni particolari costruttivi diversi, che li rendono interessanti da un punto di vista collezionistico.
I telai in ordine cronologico sono i seguenti:


Telaio Primo Tipo




Il telaio di Primo Tipo presenta alla base, in rilievo, il marchio "Policar" e le seguenti scritte: "made in Italy" e "scala 1:32". Il pick up è fissato con una vite al telaio mentre i contatti sono fissati al pick-up con una vite ciascuno.
Questo telaio consente la installazione del motore Policar n.2 con collettore anteriore.


Telaio Secondo Tipo




Il telaio di Secondo Tipo è identico al primo, tranne nel maggiore spazio disponibile tra il collettore ed il telaio, probabilmente per consentire una più agevole estrazione del motore.



Telaio Terzo Tipo




Il telaio di Terzo Tipo è perfettamente identico al secondo ma consente la installazione del motore Policar n.3.



Telaio Quarto Tipo




Il telaio del Quarto Tipo è perfettamente identico al terzo tipo ma è privo del marchio "Policar" in rilievo e delle scritte. Vicino alla vite di fissaggio alla carrozzeria è presente un foro, utilizzato per il fissaggio del modello alla basetta della vetrinetta, che verrà utilizzata da Policar per commercializzare il modello.


Telaio Quinto Tipo




Il Telaio di Quinto Tipo è identico al quarto tipo ma presenta il foro per il fissaggio del modello alla basetta delle vetrinette rinforzato.


Telaio Sesto Tipo




Con il telaio di Sesto Tipo Policar-Polistil intraprende la strada della semplificazione produttiva.
Le variazioni più importanti sono tre:
1) I contatti striscianti non sono più avvitati al pick-up, ma sono avvitati al telaio stesso, il pick-up è inserito sul telaio con un sistema a pressione in una posizione più arretrata rispetto ai contatti striscianti.
2) Due piccoli inserti in plastica consentono un migliore fissaggio del motore al telaio.
3) Boccole più larghe per l'utilizzo di nuovi assali con asse metallico più spesso e gomme non scolpite montate su cerchioni diversi. Questo telaio può ospitare motori "Policar n.3" e "Policar n.4".


Telaio Settimo Tipo




Il telaio di Settimo Tipo, una variante del sesto, viene realizzato sulle dimensioni del motore "Polistil n.5". Scompaiono i due piccoli inserti in plastica e sul fondo viene applicato un supporto quasi ad evitare la caduta del motore verso il basso. Questo telaio può ospitare soltanto il motore "Polistil n.5".


Motori




I motori, che hanno equipaggiato i prototipi Policar sono stati il primo "Mabuchi" con collettore anteriore che abbiamo denominato "Policar 2" e che all'epoca equipaggiava le contemporanee Formula Uno, il Policar n.3(*1) che ha equipaggiato anche le versioni più tarde delle F1 Policar "della Serie P", il Policar n.4 (relativamente raro) ed il Polistil n.5.
Il Polistil n.5 ha anche motorizzato le F1 e le CanAm Polistil anni 70 (quelle pesanti e sgraziate) fino agli inizi degli anni 80.
Il Policar n.2 fu installato su teleai del primo tipo.
Il Policar n.3 fu installato su telai del primo, secondo e terzo tipo. Il Policar n.4 su telai del terzo tipo ed il Polistil n.5 su telai del quarto tipo. Non dimentichiamo che il telaio del quarto tipo è in realtà un telaio terzo tipo modificato per ospitare il motore Polistil n.5.
In un primissimo tempo i prototipi Policar erano (come del resto le F1 anni 60) equipaggiati con pignoni in ottone successivamente e rapidamente sostituiti da pignoni in plastica.
In un primo tempo i modelli destinati alla esportazione erano dotati di un dispositivo anti-disturbo.


Contatti striscianti

I contatti striscianti dei prototipi Policar-Polistil venivano fissati con viti o al pick-up o al telaio.
Erano di ottima qualità ed ancora oggi sono ricercati per l'attività agonistica.



Note

(*1)Il motore Policar n.3 oltre che con il collettore di colore verde, esiste anche con il collettore di colore bianco versione che si presume sia quella realizzata nelle primissime versioni.









Privacy | Condizioni di utilizzo | Part.IVA 03804740870 | 2015 Copyright © Todaro Network

www.policar.org non ha alcun rapporto con il marchio ufficiale Policar o Polistil.
Tutti i marchi, incluso il marchio Policar, Polistil e nomi di prodotti citati in questo sito sono marchi o marchi registrati dalle rispettive società.
All company names are TM or ™ trademarks of their respective holders.

Todaro Realizzazione Siti Web